Padova-Triestina, l’ex Sarno: “Torno all’Euganeo con grandi motivazioni. Bisoli brutto ricordo e quell’infamia su di me…”

di Redazione PadovaSport.TV

Tra gli ex di Padova-Triestina (sono cinque, ne abbiamo parlato ieri), c’è anche Vincenzo Sarno, che fu acquistato dal Padova nel gennaio 2018, per poi lasciare nel corso dell’anno successivo: “Ricordo bene la partita dell’esordio nel derby con il Vicenza. Fu bellissimo vincere il derby e poi partecipare alla cavalcata promozione e vincerla – dice Sarno, intervistato dal Corriere Veneto – Bisoli? È un brutto ricordo. Purtroppo capita anche che un allenatore possa mettere ai margini un giocatore senza apparente motivo. Forse per via della tattica, era stato cambiato modulo. Ma neanche così me lo spiego”. In un parco cittadino fu ritrovata la medaglia della promozione in C e ci fu chi disse che fu lei ad abbandonarla… “Un’illazione che mi ha fatto veramente male – ribatte Sarno – Che motivo avrei avuto di buttare un riconoscimento che rimarrà tra i più belli della mia carriera?”. Si arrabbiò pure il presidente Bonetto… “Ci andai a parlare personalmente, perché ci tenevo che la mia immagine non venisse sporcata. Non comprendo perché qualcuno abbia voluto gettare fango su di me”. Sullo stato di salute della Triestina ecco le parole di Sarno (che nelle scorse settimane è stato anche colpito dal virus): “Quando un allenatore viene esonerato bisogna farsi sempre un esame di coscienza, perché siamo noi spesso a determinare un cambio in panchina. Sappiamo purtroppo come funziona”.

Leggi anche > Ecco le dieci squadre di terza serie più popolari al mondo su Instagram (c’è un’italiana)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy