Vicenza-Padova, le pagelle. Una battaglia vinta rispondendo colpo su colpo, Ronaldo leader delle truppe biancoscudate

Vicenza-Padova, le pagelle. Una battaglia vinta rispondendo colpo su colpo, Ronaldo leader delle truppe biancoscudate

di Tommaso Rocca

Le pagelle di Vicenza-Padova, gara valevole per la tredicesima giornata del campionato di Serie C

Minelli 6,5 Sicuro quando chiamato in causa. Non servono gli straordinari ma con un campo del genere l’attenzione è massima anche sugli interventi apparentemente più facili

Pelagatti 6,5 Ottima gara di tutto il trio difensivo. Quando entra Andelkovic diventa ancor più insuperabile nonostante i clienti di oggi non fossero tra i più semplici

Kresic 6,5 In netta ripresa dopo i passaggi a vuoto. Segno di una forza mentale che anche oggi mette in mostra concedendo poco o nulla agli avanti biancorossi

Lovato 7 Al termine di ogni gara andiamo a controllare la carta d’identità perchè gioca con una maturità che un 19enne non dovrebbe avere, ma lui non lo sa e continua a essere praticamente perfetto dietro

Germano 7 Probabilmente il migliore per continuità durante i 90 minuti. Schierato in un ruolo non suo gioca ordinato e si concede pure un paio di sortite offensive che potevano avere miglior sorte

Mandorlini 6,5 Gioca per partite come queste e si vede da come scende in campo: coltello tra i denti e via a combattere. Finchè la condizione lo sorregge è encomiabile per impegno e dedizione alla causa

Andelkovic 6 Talismano: entra e il Padova passa subito in vantaggio. Nel finale si mette dietro e aiuta la squadra a non soffrire più del dovuto

Ronaldo 7 Guida le truppe in battaglia in quella che a tutti gli effetti si rivela una guerra. Campo non da giocatori fini, allora si cala nel ruolo del lottatore e al solito non sfigura. Dal suo piede parte la punizione che vale i 3 punti

Buglio 6 Geometrico e brevilineo, un campo come quello di oggi non dovrebbe favorirlo ma nonostante questo ha un paio di buoni spunti e in fase di ripiegamento dà il suo contributo

Baraye 6 Non è giornata da sgroppate e uno contro uno. Utilizza la sua velocità per dare una mano nelle due fasi

Soleri 7 Ha risolto il giallo del gol attribuendosi la deviazione decisiva. A parte questo che già basterebbe a farlo eroe del giorno tanto lavoro per i compagni e per la squadra

Santini 6 La solita continuità di corsa, è capace di dare fastidio a chiunque in fase di non possesso. Un pò troppo per terra quando invece la giornata chiedeva fisici forti

Mokulu 6,5 Ingresso decisivo. La sua fisicità si fa sentire da subito, guadagna la punizione che sbanca il Menti ed anche in altre occasioni quando è ora di far rifiatare la squadra si disimpegna al meglio

Bunino,Serena s.v. Entrano nel finale per spezzare il gioco

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy