Vigilia Ravenna-Padova, Mandorlini: “Sfido il mio passato e la mia città. Miglior attacco contro peggior difesa? Guai a pensare alle statistiche”

di Redazione PadovaSport.TV

Segui dalle 12.30 circa la conferenza stampa di Andrea Mandorlini, alla vigilia di Ravenna-Padova. Ecco le sue dichiarazioni: 

É rientrato Hallfredsson, Valentini ha avuto un piccolo risentimento. Gasbarro e Matteo sono indisponibili, gli altri sono a disposizione. Ravenna? È la squadra della mia città, ho fatto l’allenatore in seconda, credo di averlo affrontato da avversario una volta con il Verona. Da calciatore ho fatto un paio di anni lì, nel ’73 ho fatto il primo ritiro a 13 anni con il Ravenna. Poi sono passato al Torino. Cambia il tipo di avversario? Ogni partita ha una sua storia, noi dobbiamo cercare di fare la nostra partita. Colucci lo conosco bene, lo ho avuto come calciatore a Bologna. Non dò peso al fatto che affrontiamo come miglior attacco la peggior difesa, le statistiche contano poco, la partita può avere risvolti non prevedibili. Sono contento che abbia ripreso Emil con noi, oggi in rifinitura abbiamo fatto poco, per le condizioni del campo e per il fatto che abbiamo lavorato molto in settimana. Riguardo la probabile formazione, come detto, rimane l’incognita di Valentini.

Leggi anche > Ex Padova, Minelli ha trovato squadra: andrà in serie B. Vicino l’ingaggio con…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy