Virtus Verona-Padova, le pagelle: dai Minelli, firma quel contratto. Santini dinamico e concreto, Castiglia di classe

Virtus Verona-Padova, le pagelle: dai Minelli, firma quel contratto. Santini dinamico e concreto, Castiglia di classe

di Redazione PadovaSport.TV

Minelli 7,5: Dopo diciassette minuti scalda i guantoni, neutralizzando la prima azione pericolosa della Virtus Verona con Danti e poi, sulla ribattuta, con Pellacani. Para il rigore a Lupoli (peccato poi Odogwu sia lesto a insaccare) e nel finale mette una gran pezza sull’ingenuità di Lovato che Odogwu ha provato a capitalizzare. C’è molto del suo in questa vittoria, chissà che si decida a firmare quel contratto…

Pelagatti 5,5: Non soffre particolarmente, ma scivola sull’episodio del rigore commettendo fallo su Manfrin. Può essere comunque un giocatore molto importante in questa categoria, visto che è bravo anche con i piedi a impostare.

Kresic 6: La sua stazza oggi era necessaria per contrastare gli attaccanti veronesi (vedi Odogwu o Magrassi). Se la cava bene per tutti i 90.

Lovato 6: Discorso a parte per questo giovane classe 2000 schierato a sorpresa da Sullo al posto di Cherubin: gli diamo lo stesso voto di Kresic, nonostante l’ingenuità sul 2-1 che poteva costare cara, perchè tra pre-campionato e questo debutto sta dimostrando un ottimo potenziale (oltre che personalità rara per l’età).

Rondanini 6: L’esterno destro biancoscudato ha ben figurato, pur con pochi palloni transitati dalla sua parte.

(Fazzi 6): Inserito nella ripresa, fa un buon esordio in maglia biancoscudata a pochi giorni dal suo arrivo.

Germano 6,5: È uno dei pezzi da novanta del mercato di Sean Sogliano, si è già calato perfettamente nella parte del giocatore che deve trascinare la squadra, tanto da meritare la fascia di capitano una volta uscito dal campo Serena. Il rigore del 2-1 è merito suo.

(Andelkovic sv)

Serena 6: Prima di uscire dal campo, toccato duro, ha ben sostituito lo squalificato Ronaldo in mezzo al campo. Come Bisoli prima, anche Sullo sta dimostrando di credere in questo ragazzo.

(Mandorlini 6): C’è spazio anche per il suo ritorno in campo, dopo l’infortunio di Serena. Una bella notizia, un giocatore finalmente ritrovato.

Castiglia 7: Tra i migliori in campo, la sua conclusione precisa su assist di Baraye è una perla da rivedere. È uno di quei giocatori che rende il Padova una big del girone.

Baraye 7: Conferma quanto di buono fatto vedere in pre-campionato, rapido e preciso nei cross, sarà una spina nel fianco per tutti.

Mokulu 5,5: Ancora poco brillante, ma la sua fisicità difficilmente non risulta utile nel corso della partita.

(Bunino 6): Entra bene, ritagliandosi una piccola parte da attore non protagonista nel terzo gol del Padova.

Santini 7: Il suo dinamismo, ma anche la sua concretezza, sono linfa vitale per la manovra offensiva biancoscudata. Da vedere all’opera con avversari meno morbidi, ma intanto sarà difficile togliergli il posto da titolare

(Soleri 6,5): Entra sul 2-1 per far rifiatare Santini e timbra subito la sua presenza con un gol da opportunista d’area. Altra freccia dell’arco di Sullo da tenere in grande considerazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy