Sport veneto in ginocchio, Bardelle: “Per ripartire serviranno aiuti dalla Regione”

Sport veneto in ginocchio, Bardelle: “Per ripartire serviranno aiuti dalla Regione”

di Redazione PadovaSport.TV

Dal Trofeo Luxardo a Italia-Inghilterra di rugby femminile,  dal torneo internazionale di calcio giovanile di Abano alla tappa del Giro d’Italia, fino alla Padova Marathon: tanti eventi di grande respiro sono saltati (o sono stati spostati) per causa del Covid 19. “È un disastro – dice Gianfranco Bardelle, presidente padovano del Coni Veneto – a Monselice hanno fatto investimenti importanti per avere il Giro e impegni gravosi ha sostenuto chi organizzava gli altri avvenimenti. La domanda da porsi è questa; una volta superata questa emergenza le società sportive o i Comuni saranno in grado di trovare le risorse per riprodurli? Io temo di noi purtroppo. La sola maniera per non affossare questi ed altri appuntamenti è che arrivino dei contributi dalla Regione. Ho parlato chiaramente con l’assessore allo sport Cristiano Corazzari, ho chiesto alla Regione di stanziare fondi per dare respiro allo sport quadro arriverò il momento che si potrà ripartire. Come padovano mi dispiace particolarmente per gli eventi di prestigio che sono stati cancellati, ma come presidente regionale del Coni mi preoccupo per tutto lo sport del Veneto, in particolare di quello di base che si fonda sul volontariato. Se la Regione non intervento con un aiuto economico adeguato, molte società chiuderanno i battenti”.

Allenarsi da casa si può, acquista su Amazon semplici attrezzi da palestra: clicca qui!

Leggi anche> Olimpiade a rischio? Per la prima volta il CIO parla di questa possibilità

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy