La pallanuotista Laura Barzon bloccata in Spagna: “Vorrei tornare in Italia per vedere i miei. E la mia compagna mi dice che in Russia…”

La pallanuotista Laura Barzon bloccata in Spagna: “Vorrei tornare in Italia per vedere i miei. E la mia compagna mi dice che in Russia…”

di Redazione PadovaSport.TV

Ecco un’altra sportiva padovana bloccata all’estero (ieri vi abbiamo riportato la storia delle due ragazze della pallamano, raccontata da Il Gazzettino). Laura Barzon, ex stella del Plebiscito, oggi in forza al Sabadell (che ha da poco vinto la Coppa di Spagna) spiega come il lockdown sia arrivato anche in Spagna: “Hanno fermato tutto – dice, sempre sulle pagine de Il Gazzettino – noi dovevamo continuare il campionato e ci aspettava anche la partita di EuroLega a Catania con l’Orizzonte a fine mese. Ma a un certo punto l’emergenza Coronavirus è esplosa in tutta la sua gravità e si sono decisi a sospendere le competizioni sportive. Ora ci alleniamo da sole con esercizi di addominali e corpo libero. Le cose stanno andando come in Italia… Qui a Sabadell e anche a Barcellona per il momento c’è solo il consiglio di restare a in casa. A Madrid invece i controlli si stanno facendo più serrati. Io vivo in appartamento con la giocatrice russa Tankeeva e vedo che anche lei riceve notizie allarmanti da sua madre che vive a Mosca”. La Russia però dichiara pubblicamente pochissimi casi: “Certo, ma la situazione che le viene raccontata è ben diversa, con la chiusura di molte attività”. Laura passa il tempo al computer: “Io sono una grafica, per cui approfitto per lavorare. Certo che il clima di incertezza non facilita. Mi piacerebbe rientrare in Italia qualche giorno per vedere i miei, ma non è possibile”. Stessa sorte per Matteo Savio, anche lui ex Plebiscito, che gioca nel Tenerife: le disposizioni sono quelle di stare chiusi in casa, come in Italia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy