Dilettanti: trasferimenti liberi, le società rinunciatarie non avranno potere decisionale

di Lorenzo Aluigi

Con il via libera di FIGC e CONI, l’Eccellenza è finalmente pronta a riprendere perlomeno con gli allenamenti collettivi. I due gironi da dieci squadre ciascuno, che permetteranno di avere due promosse, sono già pronti per essere ufficializzati. Sul fronte mercato, invece, sono diverse le società che si stanno rinforzando, al fine di darsi battaglia per lo scettro. La particolarità, sotto questo aspetto, riguarda la possibilità dei giocatori appartenenti alle società rinunciatarie di trasferirsi, a titolo temporaneo fino al 30/06, in una di quelle che hanno aderito alla ripartenza.

Per far sì che ciò avvenga servirà solamente l’accordo tra il giocatore in questione e il club in cui decide di trasferirsi per rinforzarne le fila. Non servirà infatti l’avvallo della società di appartenenza, dando così vita ad una serie di trasferimenti che contribuiranno a rendere ancora più agguerrita la battaglia. Ci sarà anche la possibilità di richiedere lo svincolo, in presenza delle giuste condizioni. La formula che verrà più usata, però, sarà presumibilmente quella dei prestiti. Gli allenamenti collettivi sono prossimi a ricominciare, con qualche volto nuovo rispetto a quando ci si era fermati…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy