Serie D

Luparense, travolto il Cartigliano: i rossoblu blindano il quarto posto

La squadra di Zanini surclassa i vicentini e archivia un periodo di risultati altalenanti

Redazione PadovaSport.TV

La Luparense chiuderà il campionato al quarto posto. Un piazzamento di tutto rispetto per un club in continua crescita. Oggi è arrivato una vittoria netta, nel risultato e nel gioco, contro il Cartigliano (forse distratto dalle voci sul Bassano?). Tre punti che riscattano gli ultimi altalenanti risultati, ritrovando fiducia, gioco e reti. Zanella sblocca il punteggio nel primo tempo sugli sviluppi di un corner, rifiniscono il lavoro Rabbas e Rivi nell’ultimo quarto d’ora. Cartigliano steso e quarta posizione in classifica ora matematica, in attesa della disputa dei play-off.

La cronaca

Avvio di gara contraddistinto da ritmi di gioco piuttosto piatti, da un possesso palla diviso piuttosto equamente, ma in ogni caso poco fruttuoso. I Lupi tentano l’avanzata nella metà campo biancazzurra, con la prima occasione utile che si materializza al 15’: sgroppata di Vassallo e bolide dai venti metri, con palla che finisce a lato. Come spesso succede però, le palle inattive rappresentano un’arma davvero letale nell’arsenale dei Lupi: al 28’ Chajari scodella sugli sviluppi di un calcio d’ angolo e Zanella risolve la mischia con un’inzuccata perentoria. Terzo centro stagionale per il numero ‘tre’ della formazione di Zanini, capace di mettere in mostra una buona versatilità in tutte le zone del campo. In questo caso, sfrutta i centimetri nel gioco aereo e manda avanti la Luparense.

Ospiti che di lì in poi insistono con il fraseggio, riuscendo solo a sprazzi ad impensierire la retroguardia avversaria: a dieci dall’intervallo Di Gennaro insegue lestamente un pallone vagante e costringe Piva ad un’uscita frenetica, ma in ogni caso efficace. Primo tempo che si chiude dunque con i Lupi in vantaggio, in una gara sin qui senza sussulti di un certo rilievo. Canovaccio che si ripropone anche in avvio di ripresa, nella quale i Lupi riescono pienamente nell’intento di amministrare i ritmi della manovra, concedendo il minimo ai vicentini. Il Cartigliano bussa alla porta di Piva esclusivamente sugli sviluppi di azioni estemporanee, come il calcio di punizione di Miniati ben controllato da Piva (55’) o la staffilata dai venti metri di Affolati (65’), con palla che finisce di poco a lato. Lasciata esaurire la reazione avversaria, i rossoblù trovano subito il modo per lasciare ancora il segno: al 74’ Rabbas  si incunea per vie centrali e spara col destro all’incrocio dei pali. Schierato oggi nell’inedito ruolo di esterno a tutta fascia, il fantasista di origini marocchine non tradisce le attese, siglando il suo sesto centro stagionale.

Spazio anche per Laurenti, subentrato nella ripresa, il cui destro si infrange sui guantoni di Zecchin. La rete che sigilla il successo porta l’immancabile firma di Rivi, abile a ribadire in rete da due passi e a capitalizzare  il pregevole assist servitogli dallo stesso Rabbas. Rete e passaggio vincente per l’ex Chievo, score aggiornato a quota 19 per il bomber ex Trento. Nei minuti conclusivi da segnalare soltanto l’espulsione di Ruggero, punito al novantesimo per doppia ammonizione e costretto a dover saltare la gara con l’Ambrosiana. Non cambia nulla nelle economie del match, conclusosi per l’appunto con il rotondo successo degli uomini di Mister Zanini al cospetto di un Cartigliano ormai salvo e senza reali obiettivi da conseguire in questo finale di stagione. Una pratica che andava archiviata con autorevolezza e ciò è stato fatto. A completare l’opera ci si aggiunge la certezza matematica del quarto posto in classifica. Resta solo la trasferta a Sant’Ambrogio di Valpolicella per completare la regular season ed addentrarsi successivamente nella bagarre dei play-off, in cui l’avversario sarà l’Adriese di Mister Vecchiato.

tutte le notizie di