Serie D, Martino Borghese e i fatti di Seregno: dal referto non risultato aggressioni

di Redazione PadovaSport.TV

Mercoledì scorso avevamo riportato la notizia di una presunta aggressione nello spogliatoio della Virtus CiseranoBergamo, nell’incandescente post partita del match giocato a Seregno (serie D, girone B). Secondo le cronache di alcune testate locali, sarebbe stato coinvolto l’esperto difensore del Seregno Martino Borghese (che ha una lunga carriera nel calcio professionistico). L’unica certezza, in realtà, è che nell’immediato dopogara si è verificato un parapiglia nella zona degli spogliatoi, che ha causato numerose polemiche. Durante l’incontro era stato anche espulso il team manager della Virtus Ciserano Bergamo, Angelo Locatelli. Ecco il comunicato del Giudice Sportivo (C.U. n° 112), dopo aver esaminato il referto arbitrale:

Ammenda di 1.000 euro al Seregno con diffida per avere, al termine della gara, persona non identificata, colpito con un forte calcio la porta dello spogliatoio occupata dalla Terna Arbitrale, che veniva visibilmente danneggiata. Invece il team manager virtussino Locatelli è stato inibito fino al 9 marzo 2021 poiché «allontanato per proteste nei confronti dell’Arbitro, alla notifica del provvedimento disciplinare assumeva condotta irridente».

Le ricostruzioni di alcune testate giornalistiche bergamasche, in cui si parla di aggressione fisica e sputi all’interno dello spogliatoio della Virtus Ciserano Bergamo da parte di Martino Borghese e altre persone non identificate, non possono dunque essere confermate.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy