Spezia, oggi il passaggio di proprietà: patron Volpi cede agli americani, ecco quanto incasserà

di Redazione PadovaSport.TV

Lo Spezia passa oggi dalle mani del gruppo di Gabriele Volpi a quelle del magnate statunitense, socio del fondo Msd Capital. Sembra ormai fatta per il passaggio del club ligure nelle mani del finanziere americano Robert Platek. Come Joseph Oughourlian del Padova, anche Platek possiede altre squadre di calcio nel mondo: il Casa Pia in Portogallo e il Sønderjysk in Danimarca.

La firma doveva avvenire ieri, ma alle 19, dopo intense trattative che erano iniziate 5 ore prima, per alcuni cavilli non si è giunti alla conclusione. Da qui il rinvio a questa mattina per la formalizzazione della cessione. A Platek va l’intero pacchetto azionario della società ligure: la fondazione olandese Stichting Social Sport, la holding di cui fa parte anche lo Spezia, non ha infatti tenuto per sé alcuna quota. Si tratta di un addio completo, insomma, da parte di Volpi, capace di portare gli spezzini dall’abisso della D – post fallimento del 2008 – alla Serie A, per poi lasciare, con orgoglio e fiducia, nel momento più alto della loro storia.

Clausola retrocessione

La cifra concordata tra le parti dovrebbe aggirarsi intorno ai 23 milioni di euro, come riferisce La Gazzetta dello Sport, con la possibilità di una riduzione in caso di retrocessione in Serie B della squadra allenata da Italiano. Attualmente, pur mantenendo fino a giugno gli impegni contrattuali con tutti i settori dirigenziali e organizzativi del club, quasi certo è l’inserimento di un uomo di fiducia di Platek nel consiglio d’amministrazione. Nishant Tella è pronto, da subito, ad interessarsi alla gestione dei rapporti interni, esterni e istituzionali dello Spezia (questione dello stadio Picco compresa).

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy