Verona, Juric “re di denari”: la rosa vale 20 milioni di più (anche grazie a Lovato)

di Redazione PadovaSport.TV

Ivan Juric si è legato per tre stagioni all’Hellas Verona. Il tecnico croato sembra aver trovato la sua dimensione in gialloblu, anche per la sua capacità di valorizzare i giocatori. La passata stagione si è chiusa con il nono posto, buon calcio proposto, soddisfazioni di campo (su tutte la vittoria contro la Juve di Ronaldo) ed una serie di plusvalenze da urlo: Kumbulla su tutti, poi Amrabat, poi Rrahmani, per citare le più celebri. Che hanno permesso a Maurizio Setti di mettere in conto l’arrivo nelle casse di qualcosa come cinquanta milioni di euro totali. E oggi la coppia Juric-D’Amico (perchè anche il ds ha ovviamente la sua parte di merito) sembra avere già colpito nel segno. Due i pezzi da novanta, come ricorda il quotidiano L’Arena: Mateo Lovato ed Antonin Barak. Il primo può valere già oggi una potenziali plusvalenza alla Kumbulla. Il secondo (il cui obbligo di riscatto dall’Udinese è già stato fissato a sei milioni) può rappresentare una scommessa quasi vinta. SFOGLIA LE SCHEDE PER CONTINUARE A LEGGERE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy