Diritti Serie A, Dazn spodesta Sky: il colosso dello streaming si aggiudica il triennio 2021/24

di Lorenzo Aluigi

Era attesa per questi giorni la decisione sui prossimi diritti televisivi della Serie A. Ad aggiudicarsi la “corsa” è stato Dazn, la nuova piattaforma streaming che continua la sua scalata verso il monopolio delle manifestazioni sportive. Sky resta così con il classico “cerino in mano”, una bella botta per quella che fino ad oggi è stata la principale emittente del calcio italiano. La piattaforma streaming, che ha come volto principale la giornalista Diletta Leotta, ha acquistato due terzi del pacchetto domenicale, che comprende quindi sette partite da trasmettere in esclusiva.

Adesso restano le restanti tre gare, per cui si profila un testa a testa tra Sky e Mediaset. Le trattative continueranno fino al 29 marzo, anche se è doveroso precisare che si tratterà di co-esclusiva con Dazn. Per ora l’offerta della tv satellitare ammonta a 70 milioni.

Il lotto principale è stato acquistato da Dazn per circa 840 milioni di euro a stagione. Gli abbonati, oltre alle Serie B e qualche campionato straniero, potranno godersi anche le gesta di Lukaku, CR7 e Ibrahimovich (qualora rinnovasse col Milan). Gli unici voti a sfavore per l’offerta della piattaforma streaming sono arrivati da Sampdoria, Genoa, Crotone e sassuolo, favorevoli invece tutte le altre squadre. Ora Sky (che trasmette anche la Serie C) dovrà fare di tutto per ottenere perlomeno le restanti tre gare in co-esclusiva: da oggi i diritti della Serie A hanno un nuovo padrone.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy