pddintorni

Ex calciatori, Miccoli torna in libertà con l’affidamento in prova

Ex calciatori, Miccoli torna in libertà con l’affidamento in prova - immagine 1

Fu condannato in via definitiva a 3 anni e 3 mesi di reclusione con l’accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso

Redazione PadovaSport.TV

Torna in libertà l’ex capitano del Palermo Fabrizio Miccoli dopo più di sei mesi. Il Tribunale di sorveglianza di Venezia (era detenuto a Rovigo) gli ha concesso l’affidamento in prova. Fu condannato in via definitiva a 3 anni e 3 mesi di reclusione con l’accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso, poco dopo essersi dimesso dall'incarico di responsabile del settore giovanile della Triestina. Ora Miccoli sarà libero rispettando prescrizioni come non rientrare a casa dopo la mezzanotte e non frequentare pregiudicati.

I rapporti con Lauricella

Miccoli era finito al centro di una delicata indagine accusato di aver chiesto al figlio di Nino Lauricella, noto esponente della criminalità organizzata palermitana, la restituzione di somme di denaro ad un imprenditore per conto di un suo amico già fisioterapista del Palermo. Una intercettazione telefonica in cui Miccoli e Lauricella offendevano la memoria di Giovanni Falcone pesò insieme al resto sulla decisione finale del giudice.

tutte le notizie di