Il retroscena sulle dimissioni del dg del Carpi: c’entra anche il Padova

di Redazione PadovaSport.TV

Vi avevamo scritto ieri della separazione a sorpresa tra il Carpi e il suo direttore generale Alfonso Morrone. Si tratta in realtà di dimissioni, non di esonero. Un fulmine a ciel sereno in apparenza, approfondendo un po’ la questione, invece, emerge che la “spaccatura” si protraeva dal giorno dell’ingaggio di Tommasi Biasci da parte del Padova. Una trattativa turbolenta che ha fatto arrabbiare molte persone. Per il Padova una bella operazione di mercato viste anche le cifre (più basse di quelle emerse in un primo momento: i biancoscudati pagheranno al Carpi circa 150 mila euro in due anni). Nella società emiliana c’erano due correnti di pensiero, due trattative condotte parallelamente. Il dg Morrone aveva trovato l’accordo con il Grifo, mentre il vicepresidente e ad Marcellusi spingeva per concludere l’operazione con il Padova. Morrone aveva dato la parola al Perugia e alla fine ha dovuto rimangiarsela, facendo infuriare il club umbro e decidendo di affrontare di petto la sua società. Risultato: dimissioni.

Leggi anche > Mercato serie C girone B: le ultimissime trattative. Lodi lascia la Triestina? Intanto il Carpi è vicino al terzo acquisto

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy