L’avvocato Chiacchio: “Dubito che il Consiglio Federale accetti il merito sportivo del Carpi”

di Redazione PadovaSport.TV

Eduardo Chiacchio, esperto di diritto sportivo, è intervenuto dalle colonne del Corriere del Mezzogiorno per commentare la richiesta della Lega Pro, secondo cui il Carpi salirebbe in B, ai danni di Bari e Reggiana: “I meriti sportivi possono essere ampi. Occorre però anche scegliere il criterio. Il Bari sarebbe favorito da quello dei punti complessivi conquistati, il Carpi dal quoziente punti, nel caso in cui fossero conteggiate tutte le giornate di campionato. Ma non si può non considerare che il Carpi avrebbe disputato a Salò la 27esima giornata e che all’ultimo momento la partita, in programma nella zona rossa, sia saltata. La Reggiana invece ha giocato e pareggiato. La mancata disputa della partita del Carpi lo favorisce per 4 centesimi”. A questo punto lecito chiedersi quale sia la soluzione più corretta: “Per me l’unica soluzione sono i playoff. Il premio della promozione deve essere acquisito sul campo di gioco”. Anche perché la decisione della Lega è stata presa dal 38% dei club: “L’assemblea è stata spaccata, se è vero che 16 società hanno votato per i playoff e 17 si sono astenute. Il quorum raggiunto non arriva al 50%. È una maggioranza risicata”. Secondo Chiacchio il Consiglio Federale potrebbe non accogliere la proposta: “Molto difficilmente sarà ratificata. Peraltro, andando a memoria, credo non ci siano mai stati nei campionati professionistici casi di adozione del quoziente punti per definire una promozione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy