Lega Pro spaccata tra “ricchi” e “poveri”: c’è l’ipotesi sciopero

di Redazione PadovaSport.TV

Lo scenario ipotizzato ieri in conferenza stampa dall’ad del Padova Alessandra Bianchi potrebbe essere più attuale del previsto. La Lega Pro si spacca dopo le indicazioni del Consiglio Federale, che ha bocciato in toto le proposte dell’assemblea dei club. E adesso le società sono divise tra chi ha i mezzi per poter giocare e chi no. Parte dei club sono pronti ad alzare le barricate dopo la decisione del Consiglio Federale che ha sconfessato in toto le decisioni prese dall’Assemblea dei club. Come riporta Tuttosport “diversi club faticano a digerire la decisione e lo scontento serpeggia, anche per le difficoltà contingenti della C che non dispone delle risorse degli altri campionati professionistici e ci sono parecchie riserve sull’attuazione del protocollo sanitario, di cui anche la C chiede la modifica. Uno scontento piuttosto diffuso, al punto che nelle chiacchiere di queste ore fra i presidenti e i dirigenti, inizia a serpeggiare una parola: sciopero. Per carità, nessuno si espone apertamente, ma il malcontento cresce, anche se l’ipotesi di rifiutarsi di scendere in campo non riguarderebbe la maggioranza delle società ma una bella fetta sì, del resto la chiusura anticipata era stata votata da 52 società su 60″.
La riforma dei campionati potrebbe arrivare già nella prossima stagione? Le pressioni ormai sono molto forti, staremo a vedere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy