Sambenedettese, niente stipendi e i calciatori scrivono all’AIC. È l’inizio della fine?

di Redazione PadovaSport.TV

La Sambenedettese non sta attraversando un momento positivo a livello societario, ne avevamo parlato qui. Dopo i chiarimenti chiesti ieri da Maxi Lopez, il giocatore forse più rappresentativo della rosa rossoblu, l’intera squadra si è rivolta all’AIC per denunciare la situazione debitoria del club nei loro confronti: non hanno ricevuto i compensi dovuti loro da novembre 2020 a febbraio 2021. Per questo si sono appellati all’AIC che ha divulgato il loro comunicato

I calciatori professionisti e lo staff tecnico attualmente tesserati per la S.S. Sambenedettese S.r.l., intendono rappresentare quanto segue. Purtroppo, pur avendo confidato nelle rassicurazioni, spese pubblicamente e in privato, dal Presidente, a oggi, la Società ha corrisposto esclusivamente le mensilità di settembre e ottobre 2020. Molti di noi, in questa situazione, stanno affrontando fortissime difficoltà economiche non riuscendo a far fronte alle ordinarie spese familiari, con gravi danni personali. Siamo consci delle difficoltà economiche di tutte le imprese, non solo sportive, nel mondo intero, a causa della recrudescenza della pandemia, ma chiediamo semplicemente di ricevere quanto dovuto e maturato nei mesi scorsi e la necessaria chiarezza da parte della Società. Ciononostante, come ovvio che sia, il nostro impegno resterà inalterato, se non rafforzato (come già dimostrato durante tutto il campionato), in quanto la nostra passione ci spinge ben oltre le vicende extracalcistiche. Lo dobbiamo a noi stessi, alle nostre famiglie, ai nostri meravigliosi tifosi e ad una città intera! I calciatori e lo staff tecnico della S.S. Sambenedettese S.r.l.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy