Retrocesso

Vicenza, Bedin: “Ripartiamo da una società solida che potrebbe fare categorie superiori”

Vicenza, Bedin: “Ripartiamo da una società solida che potrebbe fare categorie superiori” - immagine 1

Presidente e direttore generale fanno il punto sulla ripartenza, non pensando per adesso all'ipotesi riammissione

Redazione PadovaSport.TV

È tempo di bilanci (negativi in questo caso) in casa Vicenza. A parlare in conferenza stampa, è il direttore generale Paolo Bedin: "Le responsabilità sono da condividere tra tutti ma sono soprattutto di chi guida l’azienda e quindi del direttore generale - ammette - Ognuno di noi ne sente il peso, soprattutto in una proprietà che ha messo a disposizione quello che serviva. Ma dopo un’andata chiusa a 7 punti, non possiamo dimenticare i 27 punti del ritorno, quindi sei mesi sono da buttare ma gli altri sei vanno valutati in maniera oggettiva. E non si riparte da zero, ma da una società organizzata, che dal punto di vista amministrativo e finanziario potrebbe sostenere categorie superiori, da 200 aziende vicentine partner e sponsor, da un settore giovanile con 20 ragazzi nelle nazionali, da 57 società gemelle sul territorio e in un momento difficile restano delle certezze: una proprietà solida con la famiglia Rosso e altri 18 imprenditori che sono l’eccellenza di questo territorio».

Il presidente Rosso: "Siamo carichi e pronti a ripartire"

Stefano Rosso, presidente del Vicenza, ha parlato invece in questi termini: "La volontà nostra è quella di confermare e proseguire con tutti i componenti della nostra società, a partire da Paolo Bedin. Nella parte tecnica confermiamo Federico Balzaretti come ds, Vallone come responsabile dell’area tecnica scouting ed infine mister Baldini come allenatore della prima squadra. Ci hanno dimostrato che il progetto non era finito. Vogliamo riscattarci. Siamo tutti carichi a palla. La nostra volontà è anche quella di ricompattare l’ambiente totale, dalla città, ai tifosi e alla stampa stessa. Cogliamo questo scivolone come opportunità per ricucire qualche strappo che si è aperto in queste ultime settimane. Noi siamo pronti e non vediamo l’ora di ripartire".

tutte le notizie di