Cittadella, Marchetti su Beretta: “Ci ho pensato una notte prima di prenderlo, scommessa vinta”

di Redazione PadovaSport.TV

“Ho deciso d’istinto anche perché la trattativa con il Padova si è sviluppata in modo molto rapido. Sapevo che Giacomo non stava giocando e che aveva voglia di rilanciarsi, per cui si stavano creando tutte le condizioni che si devono creare perché il Cittadella possa acquistare un giocatore”. Stefano Marchetti parla, sulle colonne del Corriere Veneto, del buon momento di Giacomo Beretta, l’attaccante prelevato a gennaio dal Padova, un po’ a sorpresa, scambiato con Karamoko Cissè. “Dopo aver parlato col suo procuratore abbiamo chiamato il ds del Padova Sean Sogliano, che ci ha chiesto in cambio Cissé. Ci ho pensato una notte e poi ho deciso di accettare, perché ritenevo che con quello scambio potessero andare a posto tante cose. Cissé non stava giocando con continuità, il Padova lo conosceva e voleva puntarci, per cui alla fine tutto si è concluso nella maniera migliore” ha detto il dg granata.

Con il Chievo appuntamento da non fallire

Serviranno anche i gol di Beretta per cercar di raggiungere l’obiettivo. A cinque giornate dalla fine della regular season, il Cittadella è in difficoltà e l’accesso ai playoff è diventato improvvisamente incerto: «Anche in altre stagioni – confida Marchetti – abbiamo ottenuto il pass per i playoff all’ultimo respiro. È vero anche che ogni campionato fa storia a sé e mi preoccupa il fatto che, andati in vantaggio, ci siamo fatti rimontare. Oltretutto siamo messi male sui terzini. Benedetti non riesce a recuperare dall’infiammazione, Donnarumma sarà squalificato, Cassandro è ancora fuori e Ghiringhelli è uscito anzitempo sabato dalla partita di Frosinone. È un momento particolare, sarebbe importante avere i giocatori a disposizione, invece purtroppo non ci sta dicendo bene. Ci prepariamo alla partita col Chievo, che sarà determinante per il posizionamento in classifica».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy