Serie B, Binda: “Beffa per Pisa e Salernitana, impresa storica del Cosenza. Playout clamoroso”

di Redazione PadovaSport.TV

Sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, il punto di Nicola Binda sul finale di stagione della serie B. Ecco alcuni passaggi:

Le premesse erano quelle di un campionato molto equilibrato, con tanti giovani allenatori pronti a mostrare le loro idee di calcio propositivo. L’ultima giornata è stata la prova di quanta incertezza ci sia stata: tutte le 10 partite hanno dato un verdetto e 15 squadre su 20 hanno conosciuto il loro destino sul filo di lana, tra mille emozioni. Intanto lo Spezia ha difeso il terzo posto, preziosissimo a play-off. Un segnale vista anche la situazione della rosa. La beffa finale è tutta per Pisa e Salernitana, che non sono riusciti a entrare nel gruppo dei playoff. L’avrebbero anche meritato, ma per loro è stata comunque una stagione andata oltre le previsioni. Ce l’ha fatta per il rotto della cuffia il Frosinone, soltanto un rigore e la classifica avulsa hanno salvato Nesta che dopo il lockdown ancora non si è ripreso: una sola vittoria in dieci partite. E anche l’Empoli è dentro in extremis: missione compiuta a Livorno.

Il Cittadella ritrova il Frosinone, sfida infinita ai play-off

 

In coda il Cosenza ha firmato un’impresa che entra nella storia della B: prima del lockdown era a 9 punti dalla salvezza diretta, in 10 partite ha corso più di tutti (22 punti) e si è salvato. Clamoroso il playout (in attesa della sentenza sul Trapani, attesa per il 6: che errore non darla prima…), con due squadre partite con ben altri propositi che si ritrovano a giocarsi la salvezza: Perugia e Pescara, con Oddo contro la squadra della sua città dopo essere stato l’ultimo a portarla in A.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy