Cos’è successo alla Vis Pesaro? I punti di forza del prossimo avversario del Padova

di Redazione PadovaSport.TV

Padova, fai attenzione. Perché è vero che la lezione di Matelica è fresca, ma questo è un percorso cosparso di “bucce di banana”. Se da un lato ci sono avversari palesemente inferiori, che solo con un intervento divino potrebbero portare a casa la partita contro i biancoscudati, è anche vero che esiste un gruppetto di squadre lontano dagli “affari” promozione in grado di insidiare chiunque. E la Vis Pesaro, avversario di domenica, è una di queste.

Di Donato, grandi potenzialità

Daniele Di Donato è un allenatore che farà strada, fino adesso ha avuto la sfortuna di incrociare sulla sua strada il Trapani, che gli ha fatto perdere tempo e energie, ma la sua carriera, siamo sicuri, decollerà. Alla guida della Vis Pesaro non potrà fare sfracelli, perché la rosa è quella che è. Ma la squadra ha una sua identità ben precisa, da gennaio può contare anche su un ottimo centrocampista come Di Paola (squalificato però domenica) e ultimamente ha iniziato a essere efficace sotto porta. Che non è facile quando non si hanno nomi altisonanti lì davanti (Cannavò, Marchi, Gucci e Germinale). Nelle ultime gare si è vista una squadra impegnata nel pressing alto e costante, solida nel suo 3-5-2 (con due esterni più difensivi che di spinta come l’ex Cittadella Nava e Carissoni), brava a giocare in verticale, ma soprattutto con una ritrovata motivazione. E non potrebbe essere altrimenti visto che il tempo stringe e il vantaggio sulla zona playout (+5) è ancora troppo esiguo. “Quella col Padova è una partita da giocare, niente è scontato. Sappiamo che sono una squadra forte ma tutto dipende da come affronti le partite. Partono tutte da 0 a 0” ha anticipato Di Donato, in merito al prossimo match. Il Padova, però, la lezione l’ha imparata. E difficilmente si farà trovare ancora così impreparato, come a Matelica.

Di Donato indica la strada alla Vis Pesaro

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy