Giacchetta (DS Albinoleffe): “Rose da 22 svolta importante, incentiva il lavoro dei settori giovanili”

Giacchetta (DS Albinoleffe): “Rose da 22 svolta importante, incentiva il lavoro dei settori giovanili”

di Tommaso Rocca

Simone Giacchetta, direttore sportivo dell’Albinoleffe, ha parlato ai microfoni ufficiali del club riguardo le rose da 22 calciatori. Le sue parole vanno in contraddizione con quanto ha dichiarato venerdì scorso l’ad del Padova Alessandra Bianchi che aveva accolto meno positivamente la riforma. Queste le parole di Giacchetta:”Innanzitutto credo che le rose a 22 giocatori segnino una svolta importante nel campionato di Lega Pro che, se possibile, si è data una mission ancora più definita. Stiamo parlando di una sensibile riduzione dei costi, perché limitare le rose a 22 professionisti implica il fatto di ottimizzare al meglio le risorse e, allo stesso tempo, toglie lo stimolo alle società di fare il passo più lungo della gamba. Un aspetto che diventa ancora più importante se si pensa come, all’interno di queste rose, l’obiettivo principale sia quello di incentivare il lavoro dei vari settori giovanili dando nuove opportunità ai giovani calciatori”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy