Padova Sport
I migliori video scelti dal nostro canale

La vigilia

Padova-Albinoleffe, l’ex Marcolini: “Ceravolo fortissimo, ma il più temibile è Saber”

Padova-Albinoleffe, l’ex Marcolini: “Ceravolo fortissimo, ma il più temibile è Saber”

L'allenatore dei seriani aveva giocato a Padova undici anni fa, ecco i suoi ricordi e le sue sensazioni sul match di domani

Redazione PadovaSport.TV

«Sono passati 11 anni. Mi prese Foschi, in un anno turbolento per la società. I risultati non furono brillanti visto che non ci qualificammo neppure per i playoff nonostante avessimo una squadra sulla carta molto forte e nonostante un’ottima partenza». Michele Marcolini, ricorda i suoi anni padovani sulle colonne del Corriere Veneto, nella settimana che porta alla sfida dell'Euganeo (domani) tra il Padova e il suo Albinoleffe. Marcolini era già tornato a Padova da allenatore, con il Santarcangelo, quando sfidò l'allora allenatore biancoscudato Oscar Brevi.

Poi svela: "Si era fatto il mio nome come allenatore del Padova nell’anno della Serie B, in cui poi Bisoli fu esonerato e fu assunto Foscarini. Non se ne fece nulla, ma fui in ballo davvero. Nelle altre occasioni, solo voci». Sulla partita di domani: "Siamo entrambe in un momento delicato. Entrambe siamo partite molto bene, loro hanno qualche punto in più di noi, ma nessuna delle due scoppia di salute. Puoi pescare bendato nel mazzo e spunta sempre un giocatore di categoria e di qualità. Rispetto allo scorso anno il Padova ha acquistato un attaccante fortissimo come Ceravolo, c’è sempre Ronaldo che è un giocatore che fa la differenza, ma se devo dire un nome, faccio quello di Saber. È un centrocampista molto dinamico, che aveva fatto molto bene anche a Carpi e che conosco da tempo. Se il Padova può vincere il campionato? Di sicuro ha l’organico più attrezzato e credo sia la favorita".

 

 

tutte le notizie di