Giovani

Padova, il settore giovanile mette il turbo con la coppia Sabatini-Destro. Ecco gli obiettivi

Carlo Sabatini e Luca Destro

Si lavorerà in funzione dell'inserimento in prima squadra dei giovani biancoscudati, aumentato il budget

Redazione PadovaSport.TV

Le competenze e la grande esperienza di Carlo Sabatini in tema di giovani calciatori unite all'abilità manageriale e imprenditoriale di Luca Destro, già socio biancoscudato: il Padova vuole ripartire da questa coppia per potenziare il proprio settore giovanile, sulla traccia dell'operazione Luca Moro che ha entusiasmato e riempito di orgoglio il patron Joseph Oughourlian. Da lui è partito l'impulso a dare nuova linfa al vivaio e il primo passo è stato il rinnovo biennale di Sabatini. Un dato confortante, per la prima volta a Padova, dopo tanti anni, si fa programmazione sul settore giovanile con i fatti.

Settore giovanile Padova, le parole di Carlo Sabatini

Questa mattina nella sala stampa dello Stadio Euganeo, il ds Massimiliano Mirabelli ha presentato la nuova coppia Sabatini-Destro, specificando che il budget dedicato al settore giovanile è stato ritoccato verso l'alto, con l'obiettivo di portare più giovani talenti possibile a disposizione della prima squadra, in modo da essere poi valutato ed eventualmente inseriti dall'allenatore: “Avevo presentato un progetto sulla falsariga di quello della passata stagione - ha detto Sabatini - considerati i di due difficili anni di pandemia, ma di un po' incrementato - ha detto Sabatini - Con mia sorpresa non solo mi è stato approvato, ma è stato anche aumentato. Si potrà lavorare meglio e poggiare basi più solide per il futuro. È stata la società a cercarmi e a darmi questa ulteriore possibilità. Ammetto di essere rimasto stupito. Non ci ho pensato due volte: io voglio proseguire e magari terminare la mia carriera qui, io voglio Padova e il Padova. Da tempo non si lavora con questa lungimiranza e con questa programmazione sui giovani. Attualmente Perinot, Ejesi, Gasparini, Bacci, Gherardi, Fortin si sono già uniti al gruppo prima squadra, nell'ultimo match mi è piaciuto l'abbraccio di Oddo a Bacci, che stava per esordire".

Luca Destro: "Vogliamo un vivaio con la V maiuscola"

Una figura importante del progetto sarà anche quella di Luca Destro, ecco le sue parole: "Abbiamo 230 ragazzi nel settore giovanile divisi in 10 squadre e uno staff di 120 persone che lavora per una realtà importante che serve per coordinare tutta l’attività. Abbiamo un indotto piuttosto importante e significativo. Vogliamo creare una struttura dedicata coordinata da Sabatini, e poi allocheremo le risorse per arrivare a un certo tipo di risultato. Vogliamo ringraziare non solo i ragazzi che giocano con noi, ma anche le aziende come Cib Unigas che ci supportano. La progettualità che ci stiamo dando è pluriennale. Non è un caso che facciamo questa presentazione oggi, sperando che il Covid ci dia un po’ di respiro. Negli ultimi due anni garantire un livello di quotidianità è stato veramente difficile, abbiamo cercato di studiare allenamenti mirati cercando di non favorire i contagi. Tutto il personale ha lavorato in maniera molto buona. Avverto il sentimento di attaccamento ai genitori di tutte le famiglie che testimonia la bontà del lavoro che stiamo facendo. Vogliamo creare un vivaio con la “V” maiuscola che ci dia risultati a medio-lungo termine”

tutte le notizie di