Padova-Virtus Verona, Marcandella: “Sarà dura ma proveremo a giocarcela, sono nel posto giusto per crescere”

di Redazione PadovaSport.TV

Davide Marcandella torna a Padova da avversario, dopo aver svolto in estate una settimana di ritiro con i biancoscudati. Poi il nuovo prestito alla Virtus Verona: “Non potrà mai essere una partita come le altre  – racconta, intervistato dal Corriere Veneto – Sono cresciuto nel Padova, ho mosso i miei primi passi con questa maglia, sarà bello tornare da avversario all’Euganeo, anche se sarà un dispiacere non avere il pubblico sugli spalti». Sull’esperienza alla Virtus: “So quello che può dare Gigi Fresco e quello che può darmi questo ambiente. Ha creato questo club e ne è presidente da tanti anni. È l’uomo che fa tutto, è allenatore, è guida e la Virtus è cresciuta a sua immagine e somiglianza. È una realtà senza pressioni, in cui si può lavorare in serenità. E credo di essere cresciuto molto in quest’ultimo periodo.

Leggi anche > Ecco i giovani emergenti nel vivaio del Padova

 

Sul match di domenica all’Euganeo: “Il Padova è favorito, ma noi ce la giocheremo tutta fino in fondo. Non sono sorpreso di vedere il Padova primo, ha una rosa fortissima. Con Perugia e Triestina è la squadra da battere. Credo che Ronaldo sia il più forte e il più completo. Ma ce ne sono tanti altri che fanno la differenza, a cominciare da Della Latta, che mi è sempre piaciuto molto. La rosa offre ricambi in tutti i reparti, praticamente ci sono due squadre quasi egualmente competitive. È molto bravo anche Bifulco, che gioca nel mio stesso ruolo. Il Padova se la può giocare tranquillamente per il primo posto. Noi invece pensiamo intanto a salvarci”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy