Parla Italiano: “Ho molte richieste, difficile che resti a Trapani”

Parla Italiano: “Ho molte richieste, difficile che resti a Trapani”

di Redazione PadovaSport.TV

A precisa domanda se rimarrà a Trapani, Vincenzo Italiano risponde: “Molto difficile, troppe incognite. Parleremo, dovrò valutare: ho avuto diverse richieste. Il Veneto? Sto benissimo, lo considero la mia seconda terra. Ho la residenza a Padova dove abita la famiglia”. Questo un passaggio dell’intervista rilasciata oggi a La Gazzetta dello Sport dall’allenatore che ha riportato i siciliani in B. “Mi era stato chiesto di mantenere la categoria – spiega – altro che promozione. Abbiamo fatto cose incredibili con un giusto mix di giovani e giocatori esperti. Con il Piacenza c’erano in campo quattro ’96, un ’97 e un ‘98. Quando sono arrivato, erano convinti che il calcio fosse finito. Ora Trapani saprà chi è Vincenzo Italiano. La cacciata di Rubino? Scelta incomprensibile». Oltre al 4-3-3 molto “sarrista”, altre qualità di Italiano? “Nello trasmettere ai giocatori la passione e le tue conoscenze. Se ci riesci, come è accaduto quest’anno, puoi ottenere qualsiasi cosa”.
Oggi potrebbero arrivare novità sul suo futuro: su di lui c’è forte lo Spezia, che però (come ci ha riferito ieri il ds Angelozzi), non ha ancora sciolto le riserve. Il Padova è in coda: può far valere una piazza che lo ha amato in passato, la vicinanza con la famiglia e un progetto ambizioso. Per il rampante Vincenzo Italiano di oggi, vengono comunque dopo la categoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy