Pordenone, squadra a “chilometro zero”: dodici giocatori originari del Triveneto

di Redazione PadovaSport.TV

Il Pordenone, al secondo anno di B, si conferma una società attenta ai giocatori del territorio. Basti pensare che su 26 nella rosa del Pordenone, oltre al tecnico Tesser, di Montebelluna (foto sotto), dodici sono originari del Triveneto: Manuel Scavone (Bolzano), Mirko Stefani (Borgo Valsugana, Trento), Alberto Barison (Dolo, Venezia), Simone Pasa (Montebelluna, Treviso), Nicola Falasco (Piove di Sacco, Padova), Pietro Passador (Pordenone), Samuele Perisan (San Vito al Tagliamento, Pordenone), Filippo Berra (Udine), Giacomo Calò (Trieste), Luca Magnino (Pordenone), Davide Diaw (Cividale, Udine), Federico Secli (Udine). Neroverdi glocal, sognando un modello Athletic Bilbao, scrive oggi La Gazzetta dello Sport

Sfoglia le schede per continuare a leggere

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy