Ravenna-Padova, la difesa “colabrodo” dei romagnoli sfida il miglior attacco

di Redazione PadovaSport.TV

Chissà se “AstroNic” (come è stato ribattezzato Nicastro dai tifosi biancoscudati, smontando e rimontando il suo cognome) troverà i tappeti rossi come suggerisce la statistica: il Ravenna ha la difesa peggiore del campionato, 25 gol subiti, come l’Arezzo. Per l’avversario di domani, che ha dimostrato totale avversione alle trasferte (7 ko su 7 viaggi, mai successo nella storia del calcio giallorosso), quello della difesa è il dato più eclatante. Un punto nelle ultime 5 giornate, con tante topiche difensive, è invece l’istantanea che spiega il momento complicato (in mezzo ci mettiamo anche l’esonero di mister Magi) vissuto dai giallorossi. Vincere contro il Padova sarebbe un exploit, così come lo sarebbe forse anche solo il pareggio. Tante le assenze per mister Colucci: Tonti, Marchi, Caidi, Meli, Jidayi e Bolis sono ko; Mokulu (di proprietà ancora del Padova) è squalificato; Franchini (altro giocatore in prestito dai biancoscudati), Alari e Zanoni lamentano acciacchi muscolari da valutare in queste ore; Vanacore, infine, è influenzato. Le attenuanti, insomma, ci sono tutte. E pure il 5-3-2 è forse giunto al capolinea, considerando che, al momento, gli unici difensori arruolabili sono Perri e Shiba.

Leggi anche > I ricordi del “sindaco” Falsini: quel gol assurdo…

 

Nella foto sotto Benjamin Mokulu, che sta dimostrando un’ottima capacità realizzativa con la maglia del Ravenna. Come noto, il giocatore è ancora di proprietà del Padova. Domani però non ci sarà perché squalificato 

Mokulu in azione, non ci sarà domani contro il Padova
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy