Reggiana, parla Favalli: “Io sto bene, la febbre è passata, ma qualcuno non ha ancora capito che questa è una situazione molto seria”

Reggiana, parla Favalli: “Io sto bene, la febbre è passata, ma qualcuno non ha ancora capito che questa è una situazione molto seria”

di Redazione PadovaSport.TV

Il difensore della Reggiana, Alessandro Favalli, ha parlato ai microfoni del Corriere dello Sport dopo la positività al Covid-19: “Sto bene, ho un forte raffreddore ma la febbre è passata. Ho fatto il tampone venerdì scorso perché ho avuto contatti con alcuni parenti che poi sono risultati positivi. Ho iniziato lunedì scorso con febbre, raffreddore, bruciore agli occhi e forte mal di testa. Ora sono guarito, il decorso è stato rapido anche se devo attendere la scomparsa definitiva di tutti i sintomi e fare un altro tampone per riscontrare la negatività”. Favalli invita tutti a mantenere comportamenti responsabili e critica il mondo del calcio: “Ho visto sui social scene che denotano poco senso civico e poca responsabilità. La corsa ai treni, le feste, gli aperitivi di gruppo. Qualcuno non ha ancora capito che questa è una situazione molto seria. Il mondo del calcio si è mosso in ritardo, non bastava chiudere gli stadi perché dentro ci siamo noi che giochiamo e che siamo persone, con le nostre ansie e le nostre paure. Per fortuna è arrivato il decreto. Tra i giocatori c’è molta preoccupazione da quando è scoppiata l’emergenza. Non aveva più senso andare avanti, ho apprezzato le dichiarazioni di Tommasi in questo senso”.

Leggi anche > Sintomi influenzali per Hallfredsson, dovrebbe comunque partire per la convocazione in nazionale

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy